“Se mi lasci non vale”, da Cidiu arriva il concorso sul littering

se_mi_lasci_non_vale

Il buon Julio Iglesias non se ne avrà a male se il titolo di una delle sue canzoni più famose diventa lo slogan di una campagna contro l’abbandono dei rifiuti. Se mi lasci non vale è infatti il nome del concorso promosso da Cidiu Servizi spa e dedicato ai ragazzi delle classi quinte della scuola primaria e di tutte le classi della scuola secondaria di primo grado presenti sul territorio dei 17 comuni dell’hinterland torinese serviti dalla società di igiene urbana con sede a Collegno. La finalità del concorso è sensibilizzare gli studenti sulla corretta gestione dei rifiuti, con un’attenzione particolare al cosiddetto “littering”, ovvero l’abbandono dei piccoli rifiuti che tanto nuoce al decoro e all’igiene delle aree urbane. Se mi lasci non vale si propone quindi di introdurre docenti e alunni alla tematica dei rifiuti e del loro impatto sull’ambiente.

Ma cosa prevede il concorso e in cosa dovranno cimentarsi i ragazzi? Per partecipare al concorso viene chiesto ai più giovani di creare un elaborato artistico che rappresenti il loro pensiero sul problema dell’abbandono dei rifiuti. Le classi partecipanti dovranno inserire i propri lavori (foto, video, disegni, fumetti…) sul portale www.semilascinonvale.net entro e non oltre il 30 aprile 2017. Dal 2 maggio sul portale verrà attivata la sezione “Guarda e vota” dove i lavori potranno essere visti e votati da tutti.

I lavori più votati verranno premiati con forniture di materiale didattico.

Presentato il Keep Clean and Run 2017

cavallo_degani_calopresti

Sta per partire la terza edizione di “Keep Clean and Run – Pulisci e Corri”, eco-trail di 350 chilometri che partirà sabato 1 aprile dal Parco del Vesuvio e si concluderà venerdì 7 aprile nel Parco dell’Etna, coinvolgendo quattro Regioni del Sud Italia: Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. Un appuntamento che rappresenta l’evento centrale italiano di Let’s Clean Up Europe, campagna europea contro l’abbandono dei rifiuti (littering) che si terrà in tutto il continente dal 1 marzo al 30 giugno 2017. La corsa, promossa da AICA – Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, è stata presentata a Roma, alla presenza di una rappresentanza del Ministero guidata dalla Sottosegretario di Stato on. Barbara Degani, dei Comuni sede di tappa, degli sponsor e di tutti protagonisti di questa manifestazione che coinvolgerà ampio territorio del sud Italia. A seguire l’eco-runner Roberto Cavallo, presidente di AICA e divulgatore ambientale (già autore della rubrica dedicata all’economia circolare per Scala Mercalli in onda su RaiTre), ha illustrato in dettaglio le sette tappe che affronterà a partire dal 1 aprile, accompagnato da altri runner (tra cui diversi “campioni”) e testimonial. L’eco-trail partirà dalla cima del Vesuvio sabato 1 aprile e si concluderà venerdì 7 aprile alle pendici dell’Etna. In ognuna delle sette tappe Cavallo correrà raccogliendo i rifiuti abbandonati che troverà lungo il percorso, fotografando e mappando quelli che non riuscirà a raccogliere. Le tappe dell’eco-trail saranno, nell’ordine: Parco del Vesuvio, Amalfi (SA), Paestum (SA), Pollica (SA), Maratea (PZ), Rotonda (PZ), Parco della Sila, Catanzaro, Taurianova (RC), Riace (RC), Reggio Calabria, Messina e Parco dell’Etna. Previste, inoltre, numerose tappe intermedie. Nei Comuni in cui “Keep Clean and Run – Pulisci e Corri” farà tappa, la popolazione –a partire da scuole, famiglie e associazioni del territorio– sarà invitata a partecipare a un evento di pulizia del territorio e a un incontro-dibattito, durante il quale verranno presentate le finalità dell’iniziativa e la campagna europea, concentrandosi poi sui dati legati all’azione di pulizia. L’iniziativa vuole sensibilizzare la popolazione e i media sul fenomeno del littering, ponendo l’attenzione sull’origine di tali rifiuti. La scelta di incentrare l’evento sportivo negli eco-sistemi montano e marino, infatti, nasce dalla consapevolezza che oltre il 70% dell’inquinamento dei mari ha origine nell’entroterra. Oltre alla pulizia del territorio in senso stretto, saranno anche messe in risalto le filiere virtuose di gestione e trattamento dei rifiuti. Per l’edizione 2017 AICA realizzerà un documentario per raccontare la corsa. Dopo aver pubblicato un bando pubblico sul proprio sito, a cui hanno risposto decine di registi, la scelta è ricaduta su un autore di provata esperienza, sia in campo sociale che ambientale: a realizzare il documentario su “Keep Clean and Run – Pulisci e Corri” sarà infatti Mimmo Calopresti, autore di film quali “Preferisco il rumore del mare”, “L’abbuffata”, “La fabbrica dei tedeschi” e molti altri. «Quando si parla di sensibilizzazione ambientale, così come quando si gira un documentario, sono convinto che sia necessario vivere i posti di cui si parla. Bisogna mettere i piedi per terra, incontrare le persone, soprattutto i giovani-dichiara Calopresti in conferenza stampa-. Fare sport e raccogliere rifiuti è un’abbinata interessante. Keep Clean and Run è un’iniziativa bella e utile, perché quando si pensa di cambiare il mondo, bisogna mettersi in moto. Io vengo dalla Calabria, conosco bene il Sud e conosco i suoi problemi ambientali. Però c’è fermento, i giovani vogliono produrre un cambiamento e Keep Clean and Run sarà l’occasione per incontrare questo fermento e dargli voce».  «Ogni anno, milioni di tonnellate di rifiuti abbandonati finiscono negli oceani, sulle spiagge, nelle foreste o da qualche parte nell’ambiente che ci circonda. Questo dramma ha una serie di concause: il modello insostenibile di produzione e consumo della nostra società, politiche di gestione dei rifiuti inefficaci, ma anche, purtroppo, una scarsa educazione ambientale diffusa, che produce stili di vita poco ecocompatibili e scarso rispetto della natura” spiega Barbara Degani, sottosegretario all’ambiente. “Con Keep Clean and Run di quest’anno, con il passaggio sullo Stretto di Messina, abbiamo voluto visualizzare in modo evidente anche la triste situazione dei rifiuti in mare, il cosiddetto Marine Litter». «Partecipo ogni anno a questa iniziativa perché ritengo che l’educazione ambientale, fronte sul quale siamo fortemente impegnati, si debba fare non solo nelle scuole ma come in questo caso anche sulle strade. Dobbiamo sensibilizzare la popolazione a stili di vita sempre più sostenibili e Keep Clean and Run unisce due concetti che ci stanno molto a cuore: una vita sana che preveda lo sport unita ad atteggiamenti responsabili e sostenibili. Questo dobbiamo insegnare ai nostri figli, dando per primi noi il buon esempio» ha concluso Degani. All’iniziativa del 2017 hanno già aderito a vario titolo diverse personalità del mondo dello sport (tra cui il campione del mondo di skyrunning Bruno Brunod, i campioni italiani di ultramaratona Katia Figini e Giorgio Calcaterra, l’ultra-trailer Franco Collè, il triatleta Roberto Menicucci, l’eco-runner Oliviero Alotto) dello spettacolo (Leo Gullotta, Giuseppe Cederna, Lucia Cuffaro, Mario Tozzi, ecc.) della società civile (lo scrittore Rosario La Rossa, il prete anti-ndrangheta Don Pino De Masi, i sindaci Stefano Pisani e Mimmo Lucano, ecc.) e naturalmente dell’ambiente (come il Goldman Environmental Prize Anna Giordano, il presidente di Zero Waste Europe Enzo Favoino, la presidente di Legambiente Rossella Muroni, l’economista Andrea Segré e il meteorologo Luca Mercalli). “Keep Clean and Run – #pulisciecorri” è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare e dalla Camera dei Deputati nonché da numerosi Comuni ed Enti Parco coinvolti. È resa possibile grazie al sostegno di Greentire, Conai, CiAl, Comieco, Corepla, Coreve, Ricrea, Rilegno, AVR SpA, Tetra Pak, Mercatino srl, Entsorga, Fise Assoambiente, 100% Campania, Acciaierie di Sicilia ed E.R.I.C.A. Soc. Coop. e con il supporto del Comitato promotore nazionale della SERR (Settimana Europea per la Riduzione dei rifiuti) composto da Legambiente, Utilitalia, Città Metropolitana di Roma capitale e quella di Torino, Comitato UNESCO e ANCI.

 

 

Il libro Keep Clean and Run si presenta a L’Aquila

copertina_kee_clean_2016

L’impresa “eco” di Roberto Cavallo e Oliviero Alotto è diventata un libro, scritto dallo stesso Cavallo ed edito da Fusta Editore, intitolato  “Keep Clean and Run – A piedi da San Benedetto a Roma”, che sarà presentato a L’Aquila in due appuntamenti. Il primo è in programma mercoledì 1 marzo alle ore 17,00 presso l’Istituto Superiore Di Scienze Religiose in Via Vetoio, in occasione di un incontro organizzato per illustrare le novità nella raccolta differenziata con l’introduzione del Tetra Pak nella carta. Il secondo, invece, è in programma giovedì 2 marzo alle ore 11,00 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Umane dell’Università de L’Aquila, in Viale Nizza 14. Ad entrambi gli appuntamenti sarà presente Roberto Cavallo. “Keep Clean and Run – A piedi da San Benedetto a Roma” è distribuito in tutta Italia al costo di 14 euro.

Mercoledì 1 marzo a Roma la presentazione del Keep Clean and Run 2017

chrtunauuaatqsz

L’inizio di aprile sancirà ufficialmente la partenza della terza edizione di “Keep Clean and Run – Pulisci e Corri”, l’eco-trail di 350 chilometri che rappresenta l’evento centrale italiano del quarto European Clean Up Day, la campagna europea contro l’abbandono dei rifiuti. Mercoledì 1 marzo alle ore 11,30 presso la Sala Riunioni del Primo Piano del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, a Roma

La corsa, promossa da AICA – Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale con il sostegno del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, sarà introdotta dal Sottosegretario del Ministero dell’Ambiente Barbara Degani e da Roberto Cavallo,che illustrerà in dettaglio le sette tappe, oltre ai vari partner e sponsor dell’iniziativa.

Per l’occasione sarà inoltre presentato il libro edito da Fusta Editore “A piedi da San Benedetto del Tronto a Roma”, libro che racconta la seconda edizione del Keep Clean and Run quando nel 2016 ha attraversato il centro Italia passando tra Marche, Abruzzo e Lazio.

M’illumino di meno 2017: c’è anche Erica!

logo-millumino

Venerdì 24 febbraio, per il tredicesimo anno consecutivo, la popolare trasmissione di Radio 2 Caterpillar propone l’iniziativa “M’illumino di meno”, giornata di mobilitazione internazionale in nome del risparmio energetico e della razionalizzazione dei consumi, diventata negli anni la più grande campagna radiofonica di sensibilizzazione sui consumi energetici e la mobilità sostenibile. Dopo il successo delle passate edizioni, con milioni di persone coinvolte, Caterpillar ha lanciato come tema di quest’anno la condivisione. Le ricerche scientifiche dimostrano infatti che a più grande dispersione energetica sia causata dallo spreco in tutti gli ambiti dei nostri consumi: alimentari, trasporti e comunicazione e per questo i conduttori invitano tutti gli ascoltatori a condiVivere. Le modalità sono infinite: ad esempio si può dare un passaggio in auto ai colleghi, organizzare una cena collettiva nel proprio condominio, aprire la propria rete wireless ai vicini e in generale condividendo le proprie risorse come gesto concreto anti spreco e motore di socialità.

Erica anche quest’anno ha aderito con entusiasmo all’iniziativa: per tutta la giornata del 24 febbraio attuerà azioni virtuose di risparmio energetico e di riduzione degli sprechi (es. lo spegnimento dei pc durante la pausa pranzo) e tutti i lavoratori saranno invitati a recarsi al lavoro con i mezzi pubblici, in bicicletta o a piedi. Inoltre, dando seguito all’impegno di diventare la prima azienda italiana a “Rifiuti Zero” preso più di cinque anni fa, all’interno dell’azienda si continuerà a svolgere la normale attività di prevenzione dei rifiuti: consumo di sola acqua del rubinetto; utilizzo della moka nella pausa caffè; utilizzo di asciugamani in stoffa lavabili; compostaggio domestico in loco dei rifiuti organici; pratica della raccolta differenziata; acquisto di beni in materiale riciclato e con il minimo imballaggio; stampa fronte-retro degli elaborati e dei documenti; riutilizzo della carta stampata da un solo lato, ecc.

A Piossasco la sostenibilità fa festa!

ecofeste_piossasco

Un marchio che racchiude tanti significati, come sostenibilità, impegno e salvaguardia per l’ambiente. È il nuovo logo delle Ecofeste di Piossasco, presentato ieri in Comune durante un evento che ha visto coinvolte associazioni, Amministrazione comunale e cittadini. Oltre al logo, ideato e realizzato da ERICA, il Comune di Piossasco ha presentato il nuovo bando di finanziamento destinato alle associazioni e annunciato una nuova campagna di comunicazione per il 2017, per proseguire il lavoro iniziato lo scorso anno.

Il progetto Eco Feste Piossasco è nato nel 2016 per volontà dell’amministrazione comunale, che ha deciso di valorizzare le Feste che si svolgono annualmente sul territorio, anche da un punto di vista ambientale, rendendo questi eventi eco sostenibili ed occasione di sensibilizzazione della cittadinanza. L’obiettivo era quello di integrare al loro interno alcuni elementi legati alla salvaguardia ambientale, come la gestione virtuosa dei rifiuti e la raccolta differenziata, la riduzione dei rifiuti prodotti, la riduzione dei consumi e la sostenibilità delle forniture. Un’idea che ha portato, grazie alla collaborazione con le associazioni locali, alla realizzazione delle Linee Guida e il decalogo delle Eco Feste e al lancio di un bando di 6000 euro per il finanziamento delle Associazioni organizzatrici di feste che avessero applicato uno dei due requisiti fondamentali: raccolta differenziata e riduzione dei rifiuti: con il finanziamento per l’acquisto di stoviglie compostabili; riduzione dei rifiuti e consumi sostenibili: con l’installazione di colonnine e l’acquisto di brocche per il consumo di acqua pubblica depurate durante gli eventi.

Cambia Marcia, Usa la Testa! A Bra muoversi è green

sibille_valmaggia_cambia_marcia

“Cambia Marcia, usa la testa” è lo slogan-invito scelto dal Comune di Bra per la nuova campagna di sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile sul territorio comunale. La campagna è stata lanciata questa mattina a Bra, in un doppio evento che ha visto prima un tour per le vie cittadine, con il Sindaco Bruna Sibille in veste di guida, alla scoperta degli interventi che sono stati e che verranno intrapresi nei prossimi mesi dall’amministrazione e, successivamente, con una conferenza al Movicentro di piazza Caduti di Nassirya. All’incontro, moderato da Roberto Cavallo (“rifiutologo” e volto noto del programma Scala Mercalli di Rai 3), hanno preso parte l’Assessore regionale all’Ambiente Alberto Valmaggia, i parlamentari Chiara Gribaudo e Mino Taricco, gli Assessori comunali alla Mobilità Sostenibile e all’Ambiente Massimo Borrelli e Sara Cravero, i tecnici di Mobiliter, che stanno realizzando il nuovo Piano di Mobilità Sostenibile per Bra, il consigliere comunale delegato ai Trasporti Pietro Ferrero e due testimonial di eccezione: il giornalista Beppe Rovera, storico volto televisivo Rai del programma Ambiente Italia, e Alessandro Abbio, ex azzurro di basket protagonista degli anni d’oro della Virtus Bologna e della Nazionale Italiana, dove conta ben 150 presenze.

La campagna, che non a caso avrà come sottotitolo “Muoviti bene – Vivi meglio”, vedrà il coinvolgimento attivo di diversi soggetti detentori di interesse a cui verrà data voce con tavoli di co-progettazione trasversale sui temi della mobilità sostenibile, legata in particolar modo alla qualità della vita e dell’ambiente. Nelle scuole ad esempio, nel secondo quadrimestre sarà proposto un percorso educativo con un progetto “partecipato” e percorsi di peer-education: saranno i ragazzi stessi, una volta formati, a diventare “testimonial” della campagna con i loro compagni. In parallelo proseguiranno le iniziative messe in campo dall’Amministrazione comunale nell’ambito del PUMS – Piano Urbano di Mobilità sostenibile: se i positivi effetti della riqualificazione e successiva pedonalizzazione del centro storico di Bra sono già sotto gli occhi di tutti, nei prossimi mesi si proseguirà in tale direzione, con interventi mirati quali la creazione di piste ciclabili, la riorganizzazione del trasporto urbano e la rimodulazione dei parcheggi, per rendere la mobilità a Bra sempre più eco-sostenibile.

Il progetto “Cambia Marcia, Usa la Testa!” culminerà in primavera con gli Stati Generali della Mobilità Sostenibile, una due giorni di eventi per condividere con la cittadinanza gli esiti del progetto partecipato, attraverso incontri, concerti, dibattiti e l’esposizione di tutti i contributi prodotti dagli stakeholders e dei lavori realizzati dai ragazzi nell’ambito del progetto educativo.

 

Bra punta sulla mobilità sostenibile: al via “Cambia marcia, usa la testa!”

muovitibra

Bra punta sulla mobilità sostenibile. L’Amministrazione comunale braidese presenta infatti la campagna “Cambia Marcia, usa la testa” con un evento di lancio aperto a tutta la cittadinanza che si terrà sabato 4 febbraio alle 11 presso il Movicentro di piazza Caduti di Nassiriya. Alla presentazione interverranno Bruna Sibille, sindaco di Bra, i rappresentanti di Mobiliter, lo studio che sta curando il nuovo piano di mobilità sostenibile braidese, Roberto Cavallo, amministratore delegato di E.R.I.C.A., Alessandro Abbio, testimonial dell’iniziativa e grande cestista protagonista degli anni d’oro della Virtus Bologna e della Nazionale Italiana, dove conta ben 150 presenze e il titolo di campione Europeo, e il giornalista Beppe Rovera. Durante il lancio verranno illustrate le numerose iniziative di coinvolgimento della cittadinanza, che verranno realizzate in collaborazione con E.R.I.C.A., a partire dal percorso educativo che verrà proposto alle scuole braidesi sui temi legati alla mobilità sostenibile, il traffico e il trasporto urbano e la qualità della vita. Le numerose iniziative che verranno messe in campo da qui alla primavera inoltrata culmineranno a fine maggio in un’iniziativa che sta molto a cuore all’amministrazione braidese, ovvero gli Stati Generali della Mobilità Sostenibile, una “due giorni” caratterizzata da incontri, dibattiti, concerti e mostre dedicate al tema della mobilità green, dove tra l’altro verranno condivisi con tutti i braidesi i lavori realizzati dai ragazzi delle scuole nell’ambito del progetto educativo e le novità legate al nuovo Piano Urbano della Mobilità Sostenibile.

CISA sceglie “La Sostenibile leggerezza”

cisa_la_sostenibile_leggerezza

Spreco alimentare? No grazie! Lo dice chiaro e forte il consorzio CISA di Ciriè, ente che gestisce la raccolta rifiuti in 38 comuni della provincia di Torino. E la lotta allo spreco passa per atti concreti come l’adesione del territorio consortile a Last Minute Sotto Casa, la piattaforma che mette in comunicazione commercianti e cittadini con l’obiettivo da un lato di smaltire prodotti con scadenza breve, dall’altro di poter acquistare alimentari ancora freschi ad un prezzo decisamente favorevole. L’adesione alla piattaforma anti-spreco si inserisce nel più ampio progetto di riduzione dei rifiuti denominato “La Sostenibile Leggerezza” che ha visto coinvolto il consorzio negli ultimi anni, con la partecipazione ai progetti europei del Programma Italia Francia ALCOTRA (R2D2 e C3PO) e la promozione delle reti ScelgoECO ed Ecoristoranti MangioECO.  Il progetto è coordinato da ERICA con la collaborazione di Corintea.